Foto della testata
Home » Ente Gestore » Organi Istituzionali

Presidente

Gaetano Benedetto

Nato nel 1958 ha conseguito la maturità classica a Brescia e studiato giurisprudenza presso l'Università di Padova; ha seguito corsi di formazione sulla programmazione aziendale e corsi sulla gestione delle risorse umane.

Direttore delle Politiche Ambientali del WWF Italia (dal 2011)

  • Risponde direttamente al Direttore Generale, ha in afferenza gerarchica l'Ufficio Legale, l'Ufficio Legislativo, l'Ufficio Rete ed Oasi.

Presidente del Parco Nazionale del Circeo (dal 2007)

  • Membro del "Consiglio Nazionale dell'Ambiente" (Ministero dell'Ambiente)
  • Membro dell'"Osservatorio Nazionale per la Qualità del Paesaggio" (Ministero dei Beni Culturali)
  • Consigliere della Fondazione Roffredo Caetani 


Percorso professionale

Dal 2011 al 2014 Presidente di "Officinae Verdi s.p.a." società fondata da UNICREDIT, Fondazione WWF e SOLON s.p.a. per il risparmio energetico e lo sviluppo delle energie rinnovabili

Dal 2008 al 2010 Co-Direttore Generale del WWF Italia.

Dal 2006 al 2008 Vice Capo di Gabinetto del Ministero dell'Ambiente e con tale ruolo:

  • nominato tra gli esperti per la modifica del Codice Ambiente (decreto legislativo 152/2006) e per la redazione dei "Criteri minimi di conservazione per i Siti d'Interesse Comunitario e per le Zone Speciali di Conservazione" (DM 17 ott. 2007);
  • coordinatore del Consiglio Economico e Sociale per le Politiche Ambientali (CESPA) presso il Ministero dell'Ambiente.
  • componente della Commissione Tecnico Scientifica della Tenuta Presidenziale di Castel Porziano.
  • rappresentante del Ministero dell'Ambiente presso il Ministero della Salute per il recepimento del regolamento comunitario sui prodotti chimici (REACH).

Dal 2003 al 2006 Segretario Gen, Aggiunto del WWF Italia

Nel 2000 e nel 2001 è membro del "Tavolo sul Traffico Marittimo Pericoloso" (istituito dal Ministero dell'Ambiente) che emana l'Accordo Volontario che regolamenta il settore.

Dal 1998 al 2003 Presidente del Parco Regionale dell'Appia Antica; con questa funzione ha operato anche quale riferimento nazionale sull'abusivismo edilizio, ha organizzato due convegni nazionali sul tema (uno con il Ministro dei Beni Culturali ed un altro con il Ministro dei Lavori Pubblici); sotto la sua presidenza, oltre ad ottemperare a tutti gli obblighi di legge (compresa l'adozione del piano di assetto), l'Ente ha quadruplicato il proprio bilancio, aperto quattro cantieri scuola lavoro, avviato tre campagne di promozione, numerose convenzioni, aperto tavoli di confronto sia con i residenti che con gli operatori commerciali, pianificato la delocalizzazione delle attività produttive incompatibili con l'area protetta. Inoltre;

  • nel 2000 è liquidatore del "Centro di Documentazione Antonio Cederna" con l'incarico di trasformarlo in Fondazione;
  • nel 1998 è tra i fondatori del "Centro di Documentazione Antonio Cederna" (Regione Lazio e Comune di Roma) di cui viene nominato Presidente.

Nel 1999 viene nominato dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali membro della Commissione per il "Regolamento sui criteri di alienazione e concessione dei beni pubblici d'interesse storico ed artistico" (poi diventato DPR 7 sett. 2000 n. 283).

Dal 1995 al 1998 Vice Segretario Generale del WWF Italia

Dal 1990 al 1995 Responsabile delle Relazioni Istituzionali del WWF Italia

Dal 1990 al 1992 consulente del Gruppo Parlamentare Federalista Europeo del Senato con l'incaricato di seguire alcuni provvedimenti legislative inerenti  sanità ed ambiente; opera rispondendo al Presidente del Gruppo, Sen. Gianfranco Spadaccia (Capogruppo).

Dal 1987 al 1990 assistente parlamentare del Gruppo Parlamentare Federalista Europeo della Camera dei Deputati; opera rispondendo direttamente al Presidente del Gruppo, On. Francesco Rutelli con l'incarico di seguire l'attività legislativa delle attività delle Commissioni Ambente e Sanità.

Dal 1985 al 1985 assistente parlamentare del Gruppo Misto del Senato; opera rispondendo al Sen. Mario Signorino con l'incarico di seguire l'attività legislativa della Commissione Ambiente.

Nel 1986 consulente per la comunicazione del Comitato Promotore del referendum contro la caccia

Nel 1985 consulente di Edindustria con l'incarico di monitorare i temi ambientali sulla stampa estera con particolare riguardo al nucleare.

Dal 1983 al 1985 funzionario del Partito Radicale presso la sede nazionale a Roma con l'incarico di seguire alcune iniziative in coordinamento col Centro d'Azione Giuridica Pietro Calamandrei.


Competenze maturate

Da molti anni segue i temi ambientali e della sviluppo sostenibile avendo incarichi istituzionali e coordinando gruppi di lavoro non solo nell'ambito dell'associazionismo ambientalista.

E' specializzato nelle politiche di gestione territoriale. Assieme agli uffici da lui diretti ha seguito:

  • le principali emergenze ambientali e i contenziosi ambientali di carattere nazionale;
  • l'istituzione degli Enti preposti alle normative di salvaguardia e gestione ambientale;
  • i progetti di riconversione e risanamento delle "Aree ad alto rischio ambientale" divenuti poi siti di bonifica d'interesse nazionale con particolare riguardo al Bormida-Cengio, a Marghera-Venezia, Brindisi-Taranto, Augusta-Priolo, Gela, Sarno, Bagnoli;
  • l'istituzione della gran parte dei parchi nazionali previsti dalla legge quadro sulle aree protette oltre che l'applicazione in Italia delle direttive comunitarie Habitat ed Uccelli e quindi la realizzazione dei Siti d'Interesse Comunitario e delle Zone di Protezione Speciale della cosiddetta Rete Natura 2000;
  • il recepimento delle direttiva comunitarie in materia di acque cha ha portato all'istituzione delle Autorità di Bacino e poi delle Autorità di Distretto Idrico;
  • i principali interventi infrastrutturali del Paese anche a seguito dell'approvazione della cosiddetta Legge Obiettivo; 
  • le problematiche relative agli usi ed alle cessioni demaniali con particolare riguardo agli ambiti costieri;
  • le pianificazioni paesaggistiche regionali.

Ha collaborato con il WWF Internazionale (uffici di Ginevra e Bruxelles) per i temi relativi alla tutela del Mar Mediterraneo con particolare riguardo all'applicazione della Convenzione di Barcellona e, più in generale, alle direttive comunitarie in tema ambiente.

Nel 2010, 2011 e 2012 coordina le iniziative del WWF per l'applicazione della Direttiva Bolkestein  e cura i dossier "Sabbia: l'oro di tutti a vantaggio di pochi", "Coste: il profilo fragile dell'Italia" e, più in generale sul consumo del suolo in collaborazione con il FAI, "Terra rubata".

Coordinando ed essendo responsabile di specifici gruppi di lavoro ha seguito, anche per contro del WWF Internazionale, le problematiche ambientali dei principali eventi sportivi degli ultimi anni dai Mondiali di Calcio Italia '90 alla candidatura di Roma per le Olimpiadi 2004 (anche come membro dell'"Osservatorio Ambientale del Comitato Promotore"), dalle Olimpiadi invernali di Torino 2006 ai Mondiali di Nuoto 2009 a Roma;  ha redatto le osservazioni critiche alla candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020; è stato membro del tavolo istituzionale della Regione Sicilia per la Coppa America a Trapani nel 2011.

Durante la XIV Legislatura (2001-2006) è tra i sostenitori della modifica costituzionale per rendere esplicito il principio della tutela ambientale, tema su cui ha redatto numerosi documenti acquisiti dalle competenti Commissioni parlamentari. Nello stesso periodo ha promosso e gestito il cosiddetto "Tavolo di coordinamento delle Associazioni Ambientaliste" che ho prodotto oltre 180 documenti sui vari provvedimenti ambientali in discussione al Parlamento e nelle sedi governative.

PDF Dichiarazione Benedetto (41Kb)
PDF Curriculum vitae Gaetano Benedetto (115Kb)
PDF Benedetto dich inconf incomp del maggio 2016 (74Kb)

Gaetano Benedetto
(foto di Archivio Parco Nazionale del Circeo)
2017 © Parco Nazionale del Circeo
Via Carlo Alberto, 188 - 04016 Sabaudia (LT)
Tel 0773/512240 - Fax 0773/512241
E-mail: segreteria@parcocirceo.it - Posta certificata
URP
Privacy
Note legali
Elenco siti tematici
Netpartner: Parks.it